Servizi
Contatti

Eventi


Finalmente ho avuto il piacere di leggere qualcosa del siciliano Pietro Nigro. Ed è con ancora maggior piacere che lo recensisco. È stata per me veramente una sorpresa leggere i suoi Pensieri, riflessioni molto profonde, che denotano un'innata compenetrazione filosofica, degna di vera ammirazione. Se è vero che si tratta di scritti giovanili, risalenti al Nigro addirittura sedicenne o al massimo ventenne (e non ho motivo per dubitarne), la forza del pensiero dell'autore va soppesata con un'ulteriore favorevole bilancia. Pur dando per scontata la mano d'un inevitabile limae labor (considerato il margine di tempo di quarantacinque-cinquant'anni dalla prima stesura all'atto della revisione), la straordinaria dimensione dell'enfant prodige non viene meno nel suo primordiale, propositivo aire finalistico-concettuale. Una successiva revisione dei testi ritengo non abbia guastato affatto il contenuto, anzi ne avrà acclarato la teoretica, rendendola più eloquente.

Nella successiva sequela, dedicata ai racconti (Oltre la siepe, In treno e Toni), la sicurezza della scrittura, sì sottilmente velata di tocchi poetici, armoniosa, rispettosa della sintassi e della coerenza grammaticale, chiara, univoca nel significato, piacevole se non entusiasmante nelle estroversioni fiabesche, dà risalto ad un'intenzione fantastica sempre di grande impatto.

Quanto, poi, al melodramma incompiuto, Graziella, lo riterrei un'autentica chicca della raccolta.

Dulcis in fundo, la IV sezione, lasciata alla performance della poesia, implica la completezza d'uno scrittore a tutto tondo, capace d'intendere la poetica nella sua espressione più lata. In cinque icastici, molto identificativi componimenti, lo scrittore, che nell'occasione diviene poeta, dimostra l'invidiabile caratteristica di sapersi destreggiare nei più disparati ambiti argomentativi. In soli cinquanta versi è infine elaborata addirittura una fiaba, senza trascurarne il suo dovuto senso morale.

Recensione
Literary © 1997-2018 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza