Servizi
Contatti

Eventi


Il treno di Elizabeth

Bozzetto inedito dell'autrice, accompagnato da un brano del mio romanzo “Elizabeth”, edito nel 2011 da Ibiskos-Ulivieri.

“Prima il fischio, poi le grandi volute di fumo denso e grigio-bianco intriso di vapore, emersero dal verde e finalmente anche la vecchia caffettiera coi suoi tre vagoni al seguito, bucò il fogliame spargendo il suo aroma di carbone e ansimando sudore acqueo sulle rotaie.

Trent sentiva l'odore del treno come quello di un animale vivo. Che si fermava a sostare in quell'oasi di pace, a prendere un po' di riposo. Gigante di ferro con un grande camino che adesso cominciava a respirare più adagio. Ma che restava a testimoniare la sua forza colossale.

La si sentiva più qui, dove c'era un solo binario, che nelle grandi stazioni dove il via vai di treni toglie loro identità.

Qui, la piccola vaporiera odorosa di ferro e carbone e delle foglie che aveva involontariamente tosato uscendo dal bosco, era un grande personaggio. Era lei la primadonna. Sul binario ancora invaso dal suo vapore.

E da quel vapore, come da una nebbia d'altri tempi, uscì Elizabeth.“

Materiale
Literary © 1997-2020 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza