Servizi
Contatti

Eventi


Artisti

In questo volume illustrato Duccio Castelli indaga sul mistero dell’Artista, ritraendo dei personaggi noti, conosciuti nel corso di una vita intensa e ricca di esperienze.

In una società di creativi e abili artigiani, abituati a seguire uno schema o una tecnica prestabilita, l’Artista è spesso un dissacratore, impegnato nella ricerca di un linguaggio nuovo e in possesso di un talento particolare, un dono che nel lessico cileno viene definito con la parola “angel”.

Dal proprio passato l’Autore recupera alcuni momenti e li rende magici grazie a una speciale abilità nel cogliere colori, odori e sapori.

Ecco, da una didascalia a corredo di una foto, scaturire un aneddoto gustoso su Campigli, il famoso pittore che si rifiutò di far costruire nella casa acquistata nel 1960 una piscina perché detestava il denaro e tutto ciò che simboleggiava il Potere.

Se la passione per la musica è stata l’occasione di incontri fugaci con celebrità come Arnoldo Foà e Bobby Solo e di amicizie con l’editore Corrado Barbieri, il regista Diego Pequeño, i jazzisti Alfredo Espinoza e Danilo Moccia, un rapporto di parentela lo legava, invece, a Massimo Campigli e alla ballerina classica Ernestina Crochat.

Dal testo emerge il disagio e l’amarezza di Castelli nei confronti della realtà attuale, nella quale il successo non premia il valore artistico ma è il frutto di una popolarità acquisita accettando proprio quei compromessi che i veri Artisti dovrebbero disprezzare.

Recensione
Literary © 1997-2022 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Cookie - Gerenza