Servizi
Contatti

Eventi


Legami di sangue

Non sono le parentesi nella saggistica il meglio della produzione di Alida Casagrande bensì i romanzi, nei quali la scrittrice trevigiana esplora l’intreccio di odio e amore alla base dei rapporti familiari.

In Legami di sangue è nuovamente l’amore protagonista, sentimento destinato a degenerare in una passione distruttiva: l’autoritario Toni, indurito dalle asprezze della vita (storpio, ha un figlio portatore di handicap), si lega alla cognata Mariposa.

È l’inizio di una guerra senza esclusione di colpi, alimentata da rancori e gelosie, in cui oggetti della contesa sono Villa del Glicine e l’affidamento dell’inferma Serena, che vi abita con Mariposa e Giorgio, il marito di quest’ultima.

La vicenda assume il tono di una vera e propria saga familiare, narrata in prima e terza persona: sull’onda dei ricordi, Mariposa rivive la sua storia con Toni fino al suo inaspettato decesso e, nell’intervista, confessa la verità sui fatti balzati alla cronaca ma distorti dalla stampa.

In questo dramma a tinte forti il passato con i suoi traumi è la prigione da cui i protagonisti non sanno o vogliono fuggire, sebbene il colpo di scena finale apra uno spiraglio sulla squallida esistenza di Mariposa, vittima più che carnefice delle circostanze.

Recensione
Literary © 1997-2024 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Cookie - Gerenza