Servizi
Contatti

Eventi


Nola, cronaca dall'eccidio.
La rappresaglia nazista dell’11 settembre 1943, la tragedia di due giovani sposi

Grazie all’impegno di Alberto Liguoro, figlio dell’eroe di guerra Alberto Pesce, è stato possibile sottrarre all’oblio la data dell’11 settembre 1943, in cui persero la vita undici soldati italiani fucilati dai nazisti nella piazza di Nola.

La cronaca dell’eccidio perpetrata dall’esercito tedesco si accompagna, dunque, al ricordo di quegli anni drammatici, in cui sbocciò l’amore tra il protagonista e la giovane Nina, deceduta nel dare alla luce il piccolo Alberto, l’autore di questo toccante libro.

Un’ansia di verità e giustizia permea il romanzo, incentrato sulla rappresaglia nazista entrata nella Storia come il primo grave episodio commesso dopo l’armistizio dall’esercito di Hitler contro gli italiani.

Tra le vittime della ferocia nazista va annoverato il trentenne Alberto Pesce, di professione architetto, fresco sposo di Nina, di cui il figlio Alberto, poi adottato, ricostruisce con efficacia gli ultimi anni di vita.

La parentesi sentimentale – il legame tra Alberto e Nina, impiegata in una sartoria – smorza la drammaticità degli eventi narrati, su cui lo scrittore si sofferma minuziosamente, in particolare il momento, dilatato al massimo, della fucilazione, che vide i nostri ufficiali alla mercé del Maggiore della Morte, un “crucco” dal braccio monco animato dalla volontà di vendicare l’uccisione, avvenuta il giorno precedente durante uno scontro a fuoco, di un ufficiale tedesco rimasto ignoto.

L’esecuzione della guarnigione, da ascrivere anche alla debolezza del regime italiano, diviene così il simbolo della disumanità di una guerra capace di distruggere i sogni e le speranze di una generazione, quella che “non litiga” per usare le parole dell’Autore.

La scarsa cura nell’editing non sminuisce il valore del romanzo, prezioso resoconto di fatti che, a distanza di settanta anni, non cessano di commuovere e indignare.

Recensione
Literary © 1997-2018 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza