Servizi
Contatti

Eventi


Sheyra

Tingendo di avventura l’educazione sentimentale della sua protagonista, Angela Fabbri ha dato alle stampe un romanzo vivace e a tratti divertente che si nutre di citazioni e omaggia Agatha Christie, Eduardo De Filippo e Alfred Hitchcock.

A contendersi la giovane e sensuale Sheyra saranno il fidanzato ufficiale, il mellifluo Richard, il pilota Steve, la guida Roy, l’indio Tares e il cacciatore Scott, che tenteranno di proteggere l’amata da un nugolo di improbabili criminali intenzionati a rapirla.

L’azione si sposta dal Sudamerica – l’Amazzonia – all’Inghilterra, in un crescendo di erotismo: ecco Sheyra danzare seminuda, sotto l’effetto della droga, al cospetto degli indios e intrecciare una relazione con una bizzarra dietologa.

Come alla fine dell’ultimo atto di un’opera teatrale, sfilano i personaggi del libro, convocati da una misteriosa lettera tesa a stabilire chi sarà a sposare Sheyra.

Interrompono la narrazione i commenti del narratore che si rivolge al lettore in un clima di complicità che, da un lato, tradisce la natura teatrale del testo, dall’altro rafforza l’ipotesi che la storia sia un pretesto per comporre un sofisticato mosaico piacevole o irritante a seconda dei gusti.
Recensione
Literary © 1997-2020 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza