Servizi
Contatti

Eventi


Pisolina e la befana pigra

Sul racconto La fabbrica delle lacrime

La ”fabbrica delle lacrime” non è soltanto una delle tante trovate divertenti, inventata dalla fervida fantasia di Roberta Degl’Innocenti, nella splendida raccolta di racconti intorno alla Befana “Pisolina” che spesso e volentieri si addormenta, forse per evadere da una realtà che le sta stretta. Ma come e più di altri momenti di queste fiabe è una sorta di chiave di comprensione più profonda del senso di questo libro, per chi vuol riuscire a capirlo nella sua saggezza rivelatrice. La fabbrica delle lacrime è il luogo misterioso in cui gli oggetti possono diventare umani e gli umani smettere di comportarsi come oggetti. Ma il luogo delle emozioni sembra straniato, al punto da doversi pensare come fabbrica delle lacrime, per chi pure quelle emozioni le vive ancora intensamente, forse ha solo perso la spontaneità per esprimerle … Ci dice qualcosa tutto questo? Eppure una fabbrica delle lacrime è paradossalmente rassicurante per il mondo delle bambole e delle farfalle, perché si sa almeno che c’è chi pensa alle loro emozioni . E noi siamo così persi che ci suona di conforto una soluzione del genere, così ci accorgiamo che si sta parlando di noi. La penna fattucchiera di Roberta ci ha fatto capire così la nostra disperata solitudine.

Eppure il finale conforta, qualcosa di magico può ancora succedere …. E addirittura anche l’amore può stranamente vincere ancora, ripristinata l’umanità. Ed è una speranza che non possiamo perdere.

Recensione
Literary © 1997-2018 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza