Servizi
Contatti

Eventi


Lunamajella

Da e con una lingua nativa (da un dentro mai forzato a uscire in versi, quanto dentro-verso esso stesso); Lunamajella si fa canto di luoghi e di spazi calati nella profondità di corde intime e risaliti per essere liricamente alti.

Atmosfere versate in sensazioni, sensazioni; fatte parole, parole ad aprire il cerchio del silenzio (di spazi) e del valore (di luoghi) paesaggistico-umano: lì dove il proprio essere si incontra con un essere oltre-orizzonte.

Gian Piero Stefanoni coglie e depura, vede e sintetizza, introietta e ridà – di quella luna alta-vicina sulla Majella e della Majella che sfiora la luna – immagini e, più, icone di incontri altri, lì dove un altrove si fa reale.

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza