Servizi
Contatti

Eventi


Cuore Contrappunto

Oltre che amante dello scrivere poetico, Sandra Evangelisti, autrice delle liriche contenute in questo suo ultimo libro, ama anche la musica se, al titolo Cuore, aggiunge anche la parola Contrappunto, che esprime chiaramente il potere dell’Arte di unirsi ad una o più melodie (anche diverse fra loro) e creare, con le varie note, una compatta armonia che ben si accompagna anche al canto. Quindi suono e canto, pluralità di motivi stilistici allusivi e suggestivi. E se si potesse entrare in punta di piedi nell’anima delle persone che scrivono, forse potremmo realmente accarezzare i palpiti e i pensieri e accompagnarli in un viaggio senza fine, dove i fiori profumano sempre e non appassiscono mai…..

E Sandra Evangelisti, come lo sono tutti i poeti sognatori, innalza il suo cuore fino al Cielo, sopra il Sole, la Luna e su tutte le Stelle, perché i dolori, le lacrime e le delusioni, possano scivolare altrove, su altri canali. Ed in questo suo ultimo lavoro, ha una sua particolare valenza, perché la raccolta è concepita come arrivo, ma anche come ripartenza.

Ormai, dopo le diverse note critiche stilate per lei, credo di essere in grado di aver annullato le varie velature che ne avvolgono il mondo poetico e di poter affermare di conoscere questa poetessa in “profondità”, perché la mia lunga esperienza mi rende perfettamente cosciente di ciò che conta maggiormente nella vita degli esseri umani, soprattutto quando sono dotati della sensibilità di Sandra.

La sensibilità non fa altro che rendere più complicata l’esistenza, specialmente quando pone l’Amore in primo piano, come ben conferma quest’opera della poetessa, che ne fa un elemento magico, perché ella è convinta davvero che l’amore concede alle creature il vero motivo per credere nell’esistenza… Un amore che si concretizza nel suo rapporto di coppia, un amore che vive di amore e per amore soffre… E qui, nel suo libro “Cuore contrappunto”, Sandra eleva l’amore ad altezze infinite e lo esprime con parole dolci, profondamente sentite ma anche sofferte, perché anche gli Amori più angelici fanno sempre soffrire, proprio perché se l’Amore non è accostato alla sofferenza, si tratta di un sentimento qualsiasi, ma non di vero Amore!

Chi ha amato pazzamente, di vero amore, il suo uomo, sino ad invocare e cercare, dopo la sua improvvisa morte, la propria stessa sparizione, può capire tutte le mute sofferenze che l’amore, spesso, elargisce a piene mani… E qui, in queste pagine, distribuito in piccole dosi entro versi brevi ma profondamente incisivi, ruota tutto l’amore di Sandra. E in questa quieta intimità filosofica e psicologica, le anime si cercano, si lasciano, si riuniscono, attirate e coinvolte nel mistero dell’amore. La poetessa crea così un incontro lirico raffinato e segretamente carico di armonie. Perché in queste piccole ma pregiate poesie, non ci sono improvvisazioni deludenti, perché ogni parola è concepita come costruzione, come approdo, come ripartenza. Liriche che si costruiscono sulla dimensione dell’incontro tra l’uomo e la donna, tale che l’amore lo si potrebbe anche non nominare, perché comunque spunterebbe dalla forza primigenia della parola ispirativa e la pagina non riuscirebbe a nasconderla. Una poesia fatta di accurato ritmo e sonorità armonica che, sul foglio, esprime un universo magico e sconfinato!
Recensione
Literary © 1997-2022 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Cookie - Gerenza