Servizi
Contatti

Eventi


05 -  La mia tesi - Le Religioni

Non sono affatto l’OPPIO dei POPOLI; e la più clamorosa smentita di questa affermazione, l’ha dovuta subire proprio chi l’aveva formulata; piuttosto RIVOLI dell’unico catino della SPIRITUALITA’ UNIVERSALE.

Nel momento stesso in cui è cessato il REGIME COMUNISTA in Unione Sovietica, è immediatamente rifiorita e si è diffusa la Religione Cristiana Ortodossa; il che significa che non era mai cessata e si perpetuava in modo occulto e clandestino.

La RELIGIONE e il CULTO della NON RELIGIONE (è anch’esso una RELIGIONE, nel senso qui inteso, perché, alla fine di ogni ragionamento sillogistico, il discorso è pur sempre CREDERE o NON CREDERE: un’INTELLIGENZA ORDINATRICE regola il COSMO, o il CASO che, grazie all’emersione spontanea di ordine all’interno di fenomeni caotici, ha permesso di dar luogo alle LEGGI REGOLATRICI dell’UNIVERSO?) sono ineludibili ESPRESSIONI dell’ANIMO UMANO.

C’è posto al Mondo per infinite INTERPRETAZIONI di RELIGIONE, nel tempo e nello spazio, ed esse non hanno motivo e non hanno tendenza a sopraffarsi, ma possono pacificamente convivere, come la Storia ha dimostrato fornendo innumerevoli esempi.

Perché, allora, abbiamo la sensazione e la percezione delle GUERRE di RELIGIONE?

TUTTO ritorna ancora alla cognizione dell’IMPERIALISMO come eredità e prosecuzione dell’IMPERO ROMANO.

La Religione Cristiana, nata come una fiammella nell’anima di pastori e coltivatori della Palestina, che cosa è diventata, grazie alla MANIPOLAZIONE della ROMANITA’?

La stessa diffusione del Verbo della Salvezza, secondo la Dottrina Cattolica, commissionata ai Discepoli, da Gesù Cristo, prima dell’Assunzione in Cielo (emblematica FONTE di espansione ed espansionismo), ha profili di AMBIGUITA’, essendo caratterizzata da inquietudine filologica la redazione dei primi Vangeli, e legata ad un filo di capello, la separatezza tra i Vangeli riconosciuti e gli Apocrifi.

Essa è diventata, infine, RELIGIONE d’IMPERO, con a capo il PAPA che, di fatto e di diritto, si è sostituito a CESARE.

Nessun’altra RELIGIONE ha osato tanto. Ma è bastato questo per scombussolare un intero sistema mistico ed esistenziale che andava affermandosi nei secoli, dai tempi degli antichi Egizi, secondo quanto fa parte delle umane cognizioni, ma certamente ancor prima in senso cosmico.

Alla RELIGIONE CRISTIANA si è accodata, quasi come contraltare e reazione, la RELIGIONE MUSULMANA, venendosi così a determinare quasi una naturale evoluzione:

Le RELIGIONI MONOTEISTE, in quanto più idonee a raffigurare il DOMINIO dell’IMPERATORE, hanno, tendenzialmente, fagocitato la SPIRITUALITA’ UMANA, rendendola terreno fertile di PREVARICAZIONE, VIOLENZA, IMPOSIZIONE, INGIUSTIZIA.

Da ultimo, ed è riprova di quanto sopra, la RELIGIONE EBRAICA, che proveniva dal RISPETTO verso le altre Religioni, e RICONOSCIMENTO che anche in esse vi è una parte di VERITA’ e DIVINITA’ (e ancora oggi è, in vario modo, riscontrabile qualcosa di questo), pur considerandosi il popolo ebreo, ELETTO da Dio; e ciò accadeva anche quando gli Ebrei erano schiavi degli Egizi, OGGI in MASSIMA PARTE, tende ad affermarsi in modo DISPOTICO e IMPOSITIVO non solo in Palestina, ma, con riguardo ai tempi e al NUOVO imperialismo, in TUTTO il MONDO, attraverso le BANCHE, le GRANDI MULTINAZIONALI, il CONDIZIONAMENTO dei GOVERNI ecc.

TUTTO quindi nasce dalla Religione Cristiana e da come essa si è impossessata di tutti i PIGMENTI che resero ROMA “città imperiale”.

Dalla considerazione di cui sopra, nasce lo spunto per prendere in esame la caratteristica della Religione Cristiana, che col suo trasformismo e camaleontismo è riuscita a porre in essere forme diverse di IMPERIALISMO, facendo, ovviamente, anche in questo, PROSELITISMO.

Alla fine del Medio Evo, l’anima spaccata del Mondo e l’anima spaccata della Religione che, nel frattempo si era imposta nel Mondo, attraverso l’Impero Romano, produsse DUE REALTA’:

Il RINASCIMENTO Italiano (prosecuzione, a mio avviso, del MODELLO ELLENICO CLASSICO, schiacciato ma non ammazzato dalla ROMANITA’), dove, peraltro, si perpetuava la Chiesa Cattolica, attraverso lo Stato della Chiesa sempre più potente e tendente ad imporsi come dominio spirituale mondiale (il che tra l’altro comportò, con la FINE del periodo rinascimentale, la FINE della GRANDE STORIA in Italia, essendo una anomalia, questa, di assoluto rigetto dell’AUTENTICO Modello Classico, basato sull’ARMONIA ed EQUILIBRIO, e non già sul POTERE EGEMONICO);

e

il PROTESTANTESIMO, in modo nettamente prevalente fuori d’Italia (fuori cioè dallo stridente e troppo ravvicinato confronto col Papato), dove continuava, appunto, la GRANDE STORIA, nelle sue varie diramazioni, che, pur non essendo di per sé, di natura imperialista, era fertile terreno di ispirazione per l’affermazione dei grandi espansionismi e colonialismi nazionali, quali quello francese, inglese, olandese ecc., del liberismo, illuminismo ecc.; percorsi attraverso i quali andavano affermandosi i GRANDI IMPERIALISMI (DERIVAZIONI storiche e sistematiche dell’IMPERIALISMO ROMANO), fino ai nostri giorni.

Quelli derivanti direttamente dal Sacro Soglio, in quanto velleitari, anacronistici, antistorici (Spagna e Portogallo), sono infine abortiti (non senza aver prima prodotto INCREDIBILI e IRREVERSIBILI danni per l’intera Umanità), ma NON la MATRICE, la Chiesa Cattolica, che ha capovolto tutte le sue convinzioni, arrivando addirittura ad ammettere che la Terra gira intorno al Sole, pur di non perdere il suo PRIMATO, e c’è riuscita, bisogna dirlo, in MODO, fin qui, (abbastanza) EGREGIO, entrando a far parte sia della STORIA dei GRANDI DOMINI, sia della STORIA del PRIMATO nei Paesi esclusi o decaduti dalla GRANDE STORIA ed, in particolare del POTERE (para)TEMPORALE in Italia, grazie anche agli sciagurati eventi che hanno riguardato il nostro Paese, dalla sua UNITA’ in poi.

Ritornare, da tutto questo, alle concezioni NATURALI e BASILARI delle RELIGIONI, sarà MOLTO difficile, se non IMPOSSIBILE; ma è una STRADA DECISIVA, se non l’UNICA, per SALVARE il Mondo dall’AUTODISTRUZIONE.

Materiale
Literary © 1997-2018 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza