Servizi
Contatti

Eventi


08 - Impero e Imperialismo: qual è la differenza ?

Molti IMPERI hanno segnato la Storia dell'Umanità, e possono essere presi in considerazione:

Dall'IMPERO ASSIRO-BABILONESE, che nella sua fase finale, prima di soccombere all'Impero Persiano, comprendeva anche l'Egitto (932 - 612 a. C. circa); all'IMPERO PERSIANO (I° Impero, dinastia ACHEMENIDE, 500 a. C. - 331 a. C. circa), caratterizzato da grande organizzazione interna.

Dall'IMPERO MACEDONE (al quale, nel 331 a. C. dovette soccombere l'impero achemenide), sorto, significativamente, dopo che le città greche del MODELLO CLASSICO avevano respinto l'espansionismo persiano, e durato fino al 323 a. C., al SECONDO IMPERO PERSIANO (Dinastia Sasanide 224 d.C. - 651 d. C.), contrastato dai Romani e assoggettato, poi a grande penetrazione araba, fino alla sua fine per sottomissione agli Arabi (mentre l'Egitto fu assoggettato ai Romani, fino alla definitiva dominazione araba).

Dall'IMPERO ROMANO, che ebbe lunghissima storia e articolata caratterizzazione, a partire dalla fondazione di Roma 753 a.C., con visione storica più ampia, o, volendo prendere in considerazione la materiale concretezza dei fatti, dal I° secolo a.C. con Giulio Cesare (Impero Romano d'Occidente finito nel 476 d. C.; e Impero Romano d'Oriente, sopravvissuto alla stessa caduta di Roma; con capitale Costantinopoli, conquistato dall'Impero Ottomano nel 1453 d. C.), all'IMPERO ARABO, che, a partire dal 632, dopo Maometto, sottomette l'Impero Persiano, si espande lungo tutto il Nord Africa, arrivando in Europa (nel 661, la capitale da Medina è portata a Damasco) fino ad esaurire la sua spinta con la sconfitta di Poitiers ad opera di Carlo Martello, nel 732.

Dall’IMPERO MONGOLO di Gengis Khan, il più grande Impero mai visto, che molto apprese dall’Impero Romano e, a partire dal 1220, conquistò tutto l’Oriente, in particolare la Cina, e l’Impero Persiano, non alterando la dignità, i riti, gli usi e costumi dei popoli sottomessi e lambì solo il Mediterraneo, con la Turchia; dopo la morte del suo fondatore, fu diviso tra i suoi figli in 4 khanati (Gran Khanato della Dinastia Yuan in Cina, Khanato di Persia o Ilkhanato, Khanato Chagatai, che comprendeva l’Asia Centrale e il Kazakistan, Khanato dell’Orda d’Oro, che comprendeva Russia, Ungheria e Polonia), e finì, con la morte di Hui Zong, ultimo Khan della Dinastia Yuan, nel 1368, all'IMPERO OTTOMANO che, a partire dal 1299, si espanse soprattutto ad Oriente, toccò solo l'Italia, ad Otranto, assoggettò, poi, definitivamente l'Impero Romano d'Oriente (Impero Bizantino), e resse fino al 1922, allorché, a causa della pessima alleanza con gli altri componenti degli Imperi Centrali: Germania, Austria-Ungheria e Regno di Bulgaria (prima guerra mondiale), finì, riducendosi alla sola Turchia (Repubblica turca).

Posso ora, qui dire quale è la DIFFERENZA tra IMPERO e IMPERIALISMO.

La differenza è nel SISTEMA e nel PROGETTO: gli Imperi possono essere più o meno organizzati nel loro interno, ma SE non hanno un SISTEMA di leggi, di rete amministrativa e militare, di giustizia, di regolamenti, nell'edilizia, nel commercio, nell’ordine pubblico, ecc. e non hanno un PROGETTO di durata simile all'eternità, NON hanno la connotazione dell'IMPERIALISMO; seguono, prevalentemente, solo il CARISMA dell'Imperatore.

Laddove il concetto di IMPERIALISMO non prevede neanche, necessariamente, la figura di un IMPERATORE; e la parola IMPERO può riferirsi a situazioni tutt’affatto diverse dalla presenza di un “capo assoluto” da identificarsi con una PERSONA FISICA, come, ad esempio, è accaduto per gli Stati Uniti d’America, che hanno dominato il Mondo “esportando democrazia”, o la Francia post-rivoluzionaria, ispirata dall’Illuminismo, la stessa Unione Sovietica, con l’impero dei Soviet, ed è comprovato, oggi, dall’”impero” su scala mondiale delle varie realtà di fonti energetiche, le varie lobbies (v. per tutti il c.d. Club Bilderberg), o telematiche, veri colossi di imposizione di stili di vita, modelli di sviluppo ecc., in lotta anche tra di loro, quali Microsoft, Apple (v. in tal senso, recentemente, contenzioso Apple-Irlanda / Unione Europea, circa aiuti di Stato, in spregio alle norme comunitarie), Google, Facebook, Twitter ecc.

L'unico IMPERO che io vedo in tal modo, tale, cioè, da poter essere IMPERO anche se non c'è un Imperatore, o è di poco conto, è l'IMPERO ROMANO. Gli imperi precedenti, infatti, furono tutti EFFIMERI e SCOORDINATI, VAGHI, dipendenti, sostanzialmente, dalle sorti militari dei loro eserciti, delle loro guerre.

SOLO a partire dall'IMPERO ROMANO che fece ampia scuola, c'è stata sempre più CONSAPEVOLEZZA di che cosa l'EGEMONIA IMPERIALE (e non la semplice prevaricazione e dominio) voleva dire, fino ad OGGI, con il consumismo, la globalizzazione, la supremazia delle MULTINAZIONALI (v. ad es. l’organizzazione “a scacchiera” della FIAT, per ottenere il maggior profitto possibile), delle BANCHE, delle DIPENDENZE FINANZIARIE ecc.

Il Mondo ha conosciuto, peraltro, anche cosa vuol dire IMPERO senza IMPERIALISMO; tale fu, indubbiamente il CELESTE IMPERO, dove, a cominciare da prima del 2000 a.C. si avvicendarono dinastie imperiali, intervallate da interregni e disgregazioni [a partire dal 618 d. C. ricordiamo i Tang e, dopo più di mezzo secolo di lotte intestine, i Song, gli Yuan (1279 – 1368, strascico dei mongoli di Gengis Khan), i Ming fino al 1644, i Qing, fino al 1911], il cui scopo era quello di difendere la grandezza esistente e sedare le lotte tra Regni, non di invadere altri popoli, e, come ho ricordato in precedenti articoli (v. in particolare “Il Rinascimento Italiano e lo scambio colombiano”, e “i Passaggi epocali”), quando si trattò di poter estendere l’influenza politica e il commercio in altre vaste aree del Mondo, se non in tutto il Mondo, alla vigilia della scoperta dell’America (1492), bloccò tutto per EVITARE il CAOS.

Il “caos” poi, ahimé, ugualmente ci fu, ma sull’onda dei sistemi occidentali, dello “scambio colombiano”, dell’affermarsi dei nazionalismi europei, che si imposero alla Dinastia Ming, non della tradizione e filosofia cinese.

L'IMPERO ROMANO ha quindi, fondato l'IMPERIALISMO; e ne vedremo delle belle ancora, a mio avviso, prima di giungere al punto nodale:

la SALVEZZA del MONDO attraverso la ELIMINAZIONE (cruenta o incruenta) di questo SISTEMA senza moderazione e senza freni,

oppure

affermazione del ROMANTICISMO del Mondo, continuando entusiasticamente, spregiudicatamente ed emotivamente su questa strada, verso l’AUTODISTRUZIONE?

Chi ci sarà, vedrà.

31 agosto 2016

Materiale
Literary © 1997-2018 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza