Servizi
Contatti

Eventi


Poesie 2009-2016

Carissimo Roberto,

il tuo “Poesie 2009-2010” è in realtà un’opera omnia, con tutte le pagine-emozioni della tua vita così vibrante – ma non è solo questo: il tuo libro è il libro degli altri, che magari non hanno nemmeno un nome nella loro sconosciuta solitudine “ma sono”, anonimi, ignoti. Una massa di gente che ci viene incontro con mille volti e nessun volto. Come parlarne , dunque? Tu lo fai attraverso un umanissima compartecipazione alla loro pena e talvolta con amara ironia.

Ma come si fa a scrivere poesia oggi? Solo trovando poesia nelle macerie di progressive distruzioni. L’eroismo di sopravvivere in condizioni estreme senza affossarsi prima della fossa cui tuttavia siamo destinati. Eppure tu riesci sempre a risollevarti sulle ali di un miracolo, magari in grazia di

“uno stormo di libri
con le ali di ogni colore.
Si levano in volo
leggeri come pensieri
la musica delle storie
il suono della poesia”.

Ti orienti verso la vera vita – questo il tuo profondo segreto illuminante – sempre osservando l’esistenza nel fulgore innocente del nascere; chi può dimenticare i profili di Marta, Anna e di Costanza restituita alla sua trascorsa infanzia? E’ qui che batte il tuo cuore.

Poi ci sono, dopo i nonluoghi, i “luoghi”, quelli nuovi e misteriosi con arcani incanti seducenti. Ecco le nuove fiamme che divampano in un inedito vivere, quando l’oggi si nasconde nel presente. Nel finire tutto può rifiorire.

Che dirti, Roberto? Questo tuo cuore starà sempre accanto a me, nel libro che amo, Paola

Firenze, 17 novembre 2016

Recensione
Literary © 1997-2018 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza