Servizi
Contatti

Eventi


E ci sono angeli

Inno ai bambini-angeli contro ogni violenza

Mai come nel nostro tempo si è assistito a una diffusa retorica sui bambini. E i diritti dell’infanzia di qua, e la tutela dell’infanzia di qua, e la tutela dell’infanzia di là, e i delitti contro l’infanzia ancora. Eppure mai come in questo tempo, l’infanzia è vilipesa e angariata. Bambini sfruttati dai genitori nell’accattonaggio, o nell’obbligarli al furto, o portati ed esibiti (strumentalizzati, di fatto) nelle manifestazioni politico-sindacali inscenate contro questo e contro quello, o ancora, quando non sottoposti (accade in certi paesi del Terzo Mondo) ad addestramento militare per l’uso di armi da susare contro questa o quella tribù, contro questa o quella etnia. Sono considerazioni che nascono spontanee dopo la lettura di “E ci sono angeli” (Tipografia Veneta Editrice La Garangola) di Maria Luisa Danele Toffanin, poetessa di ormai lungo corso. Perché nelle sue liriche l’infanzia è riportata alla sua diremmo originalità, alla sua essenza, alla sua semplicità e purezza.

L’autrice parla del bimbo come “dono” (epifania divina) e non v’è alcuna retorica in questa definizione, che costituisce una sorta di premessa alla silloge: un inno alla bellezza di questo dono divino, per l’appunto, il cui volto “profuma di piume” e “ha labbra di rosa / dischiuse al mattino / in sorrisi di rugiada”.

Maria Luisa parla anche dell’infanzia violata, in vari aspetti, ma il suo è soprattutto – almeno così ci appare – un indiretto invito a riflettere sulla bellezza dell’infanzia, sulla meraviglia dell’infanzia.

I suoi versi sono di una delicatezza esemplare, di una levità straordinaria, scevri da qualsiasi tipo o forma di sentimentalismo. E il richiamo agli angeli del Signore non appare davvero improprio. Come sottolineano del resto anche i due illustri prefattori della silloge: l’accademico Mario Richter e l’abate di Praglia Norberto Villa.

2010

Recensione
Literary © 1997-2018 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza