Servizi
Contatti

Eventi


E-Marginati

Che dire? Bellissimo umanamente e spiritualmente. Ho letto un libro che in ogni pagina rivela un lievito – doloroso – fecondo che doner un pane profumato, ma anche la inevitabile dissolvenza di valori che hanno accompagnato altri spazi, valori che nell’indifferenza e nel cinismo, nonostante tutto cercano un varco.

Molte delle persone che dipingi, le ho conosciute. Naturalmente ad altre latitudini e con diversi nomi. Fanno parte a buon diritto della memoria del nostro memento. Viviamo un tempo che firma impetuoso o sereno il loro traghettare da loro a noi affrontando la sfida del nostro vagare ad evolvere ‘sfiorando’ anime diverse.

Hai un dono, un gran dono, dipingi con parole colorate l’umano e lo spirito, e noi guardiamo Cronos che gioca con ritratti bruciati dal sole e bagnati di luna. Credo che l’artista, abbia un compito a lui dedicato, una denuncia del tempo che abita: a volte una macchina che insaziabile tutto fagocita, a volte sono sorprese dedicate che pacificano. Colui che guida lo strazio se ne fa testimone e con altri echi lo moltiplica, fino ad essere da molti udito. Hai una tavolozza feconda meravigliata e meravigliosa.

Recensione
Literary 1997-2018 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza