Servizi
Contatti

Eventi


Belle le fotografie di Tony Vaccaro, illuminante la prefazione di Franco Manescalchi. Le une e l'altra amplificano la bellezza di testi che scorrono lievi e convincenti, che trovano immediatezza di riscontro nel lettore ormai distratto, di questi tempi, dagli arzigogolii delle avanguardie seppure mal ridotte.

Non uso mai dire, dopo aver letto un libro di versi, che si tratta di testi godibili e ricchi di fascino, in questo caso invece lo ribadisco, perché Nicoletta ha il dono della semplicità e si fa leggere con estremo piacere.

Di fronte al destino è un libro fresco e sonoro, le immagini si susseguono felici ed è come se scaturissero da una polla d'acqua di campagna. Anche quando  la tristezza s'insinua e trova la maniera di radicarsi all'interno delle composizioni, si avverte che Nicoletta, seppure ammaliata dalla lezione leopardiana, come rilevato da Manescalchi, non si adagia nella penombra, ma tenta di restare dritta dinanzi agli eventi: "Scendevano | dal buio parole come falde | di neve | formavano | spessi muri di illusioni con quel mai | che non ci apparteneva, || diventavano | con il passare delle ore | tempo condiviso, tra mille | milioni di vite, | e il nostro conoscersi | da sempre | era l'unico vero legame col sentirsi, | sicuri di appartenere | ad un momento ben definito | dell'esserci davvero".

Come si può notare da questo esempio la poetessa non demorde, lascia sempre uno spiraglio di luce in fondo agli eventi e così tutto si colora di qualcosa che apre uno spiraglio al dopo.

Il pessimismo di Nicoletta si stempera nella gioia dei ricordi, in qualcosa che si accende nei momenti più impensati.

Nella terza parte di Strappi, che comincia con "Aquilone, l'uomo, | in balia del vento," sentiamo tutta la forza, nel finale, di una donna che sa invitare a uscire dalle spire della condanna del dolore. E il suo grido sa farsi preghiera alta, sa arrivare al cuore e portarlo a una comunione alta e decisiva.
Recensione
Literary © 1997-2022 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Cookie - Gerenza