Servizi
Contatti

Eventi


Franco Orlandini

l'Antologia

Un periodare di armoniosa ascendenza letteraria riveste, nella poliedrica dimensione di temi e motivi, la poesia di Franco Orlandini, che coglie le variazioni del tempo e le sinfonie del sentimento.

Il frusciare dell’emozionalità guida la poesia, tratteggiando un mosaico, in cui il verso costituisce l’attimo di liberazione del pensiero.

Orlandini ha la capacità di svelare in ogni termine la funzione “sacra” della parola, raccontando in versi un percorso personale e un sentire universale, la luce e le tenebre, la sofferenza e l’urgenza della liberazione.

Questa condizione ossimorica emerge attraverso uno status “particolare”: la solitudine.

Essa, leopardianamente, è il luogo in cui anche l’uomo stanco e disingannato può trovare il contatto con la natura e, altresì, si dimostra necessaria al poeta che guarda al metafisico.

Si presenta, dunque, un uomo che attende gli “argonauti” alla ricerca di un approdo dello spirito.

Questo è costituito spesso dai ricordi e, nella visione labirintica della mente e dell’interiorità, si staglia nell’enigma.

Proprio la memoria, poeticissima per eccellenza, si accompagna al mistero della vita e al desiderio di conoscenza.

Il poeta, quindi, ha la coscienza del “Palomar” di Calvino, consapevole che nulla si può conoscere dell’esterno, se prima non si fa luce nel proprio io.

Da questa particolare condizione nasce la poesia, accompagnata dalla visionarietà e dall’onirismo di immagini di rara sensibilità e pregnanza simbolica.

Orlandini sintetizza una profonda ricerca linguistica e uno studio della tradizione letteraria, che riescono ad esprimere il dramma dell’uomo contemporaneo.

In questa dimensione, particolare importanza ha il linguaggio marino, con le sue contraddizioni e rappresentazioni.

Spesso, infatti, si trovano lemmi, come carena, incaglio, mare, lido, molo, ecc., dai risvolti simbolici, perché il mare, scriveva Flaubert, ispira grandi pensieri e dà l’immagine dell’infinito, ma allo stesso tempo concilia la riflessione e, nella sua poliedrica dimensione vitale, costituisce il correlativo oggettivo del sentire umano, sintetizzando l’universo interiore.

Materiale
Literary © 1997-2018 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza