Servizi
Contatti

Eventi


Lord Glenn – L’anima di Byron nel cuore di un cane

Premio Franz Kafka Italia 2014
secondo premio

Il romanzo di Brina Maurer (Claudia Manuela Turco) Lord Glenn – L’anima di Byron nel cuore di un cane (Castelfranco Veneto TV: Biblioteca dei Leoni Edizioni: 2014) narra la storia di un cane Husky cieco e della sua padrona che gli sa rendere bello l’esistere. In uno stile sempre dinamico l’Autrice scandisce il tempo che passa inesorabile con date di giorni e mesi sparsi in anni non specificati, ciò che pone la vicenda oltre la contingenza in cui può essere sorta dandole valenza universale.

Il libro è commovente, ma non a buon mercato: ciò che commuove nel profondo è la posizione del cane verso la vita, un cane disabile, cieco, che ama comunque la vita adattandosi ad essa nel modo migliore possibile in quanto è amato da qualcuno, dalla sua sapiente padrona e amica, così che ne esce una relazione oltremodo positiva, priva di sopraffazioni da parte di uno sull’altro, in pieno rispetto delle caratteristiche delle diverse modalità esistenziali.

Le situazioni di letizia sono molte e sono presentate come tali, sebbene poste implicitamente fra le lacrime sullo sfondo rappresentato dalla fine inevitabile sempre più vicina per Glenn che si adatta tuttavia ad ogni peggioramento in aggiunta della sua salute accettando la vita ancora e sempre lieto di viverla perché assieme alla sua amica che ama con tutto se stesso e da cui è corrisposto.

Il romanzo di Brina Maurer fa riflettere il lettore attraverso il rapporto uomo e animale sul senso della vita per gli umani così che tale rapporto diviene modello dell’importanza e della gioia dei sentimenti quale base ineguagliabile di valori positivi per la vita.

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza