Servizi
Contatti

Eventi


Dopo Il percorso (1996) e Colore di donna (2000) ecco la terza raccolta poetica di Roberta Degl’Innocenti, un pilastro nel suo itinerario sempre più teso alla conquista di una netta identificazione artistica. Siamo certi che questo non è il suo approdo e che sicuramente ci saprà regalare altre tappe del viaggio, mi sembra però che qui la sua maturità risulti ormai pienamente acquisita.

E non c’è in queste pagine spazio per formalità o luoghi banali: tutte le parole, tutti i versi sono stati accuratamente soppesati, levigati, colorati per essere cuciti sul quel vestito dove il niente si trasforma in eccezionale poesia.

Recensione
Literary © 1997-2018 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza