Servizi
Contatti

Eventi


Veniero Scarselli, poeta fiorentino che ha fatto della sua fedeltà alla costruzione poematica un vero e proprio manifesto di poetica, in questo libretto salda materia filosofica e materia affettiva con convincente esito di lettura. La sapienza del Libro Tibetano dei morti è concentrata in pochi ma concentratissimi versi. L'immagine del viatico affidato alla moglie, perché assista il compagno nella fondamentale esperienza di premorte, è raccontata in tonalità delicate, che sigillano una complicità assoluta, che va oltre lo struggente commiato. Una sorta di testamento spirituale che è anche un bellissimo omaggio alla donna, come compagna prediletta per la soglia più difficile.

Recensione
Literary © 1997-2018 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza