Servizi
Contatti


Il sentiero magico

Il libro, fresco di stampa e ben curato nella grafica e con illustrazioni di Mina Vincenzi, raccoglie venti favole dei nostri giorni, selezionate nell’ambito della Prima Rassegna Festival Nazionale della Fiaba “Calabria Magica”, indetta dall’Istituto Culturale della Calabria Il Musagete e stampato con il contributo del Comune di Villapiana (CS). Una sintesi di queste favole verranno ora lette e votate da ragazzi della scuola elementare di vari Comuni del Cosentino, per decretare, a manifestazione conclusa, il vincitore del Premio intitolato a Charles Perrault. “Da ogni parte d’Italia sono arrivate numerose fiabe”, dice il sindaco del Comune di Villapiana Roberto Rizzuto, “e siamo impegnati perché l’iniziativa, che coinvolge in modo particolare i bambini, possa essere stimolo per la continua crescita del territorio”. Anche il Presidente de Il Musagete Oreste Bellini, sottolinea come la favola, ancora oggi, “rappresenta la via maestra per il contatto con le emozioni, per il piccolo bambino” e l’influenza che può avere per la strutturazione della sua identità e la crescita del SE’. Bonifacio Vincenzi, operatore culturale infaticabile e da giovanissimo votato alle lettere e alla creatività artistica, ideatore e principale motore anche di quest’attività rivolta al mondo fantastico dell’infanzia, nell’introdurre il volume “Qui tutto è fantastico. Ogni racconto è come un grande specchio dove la nostra vita si riflette. Ogni racconto si fa metafora, parla al nostro Io più profondo”, così dice, invitando a seguire l’intero sentiero tracciato dalle favole, respirando e raccogliendo le emozioni che dalla lettura si risvegliano.

Iniziative come queste, di alto valore morale, a più livelli di cultura, parlano di una periferia ricca culturalmente e pregna di valori tradizionali che, sicuramente, meriterebbe più attenzione, per potersi raccordare ed essere conosciuta, più meritevolmente e agevolmente, da parte dei grandi canali della letteratura dell’infanzia nazionale. E’ certo però che il valore che questa periferia esprime è dato dalla poesia che sviluppa nell’animo della gente e del territorio d’appartenenza, nonché dalla riaffermazione del grande bisogno di conoscenza antropologico esistenziale che la favola, e la magia che con essa s’accende, continua ad esprimere e a seminare nel cuore dell’uomo. E ne sono personalmente e professionalmente certo, sarà la Fiaba, il Gioco, la Poesia, sarà l’Arte e la Bellezza che con esse i bambini producono, la vera strada di salvezza per la liberazione della mente e dell’animo umano, da ogni forma di sofferenza. E’ per questo che Persone meravigliose come quelle che riescono a raccogliersi attorno a sollecitazioni culturali d’iniziative come questa avviata dal Musagete della Calabria, meritano sostegno e amplificazione e replica, a più cordate e per più alti sentieri di magia.

In un mondo confuso e distruttivo come quello che stiamo vivendo, dove ancora l’uomo è lupo per l’uomo, e dove tutta la consapevolezza fenomenologica del sentire si annienta in un vivere irreale e privo di autentici contatti d’alterità umanitaria, cosa di più vero c’è, se non che la concretezza della sincerità e dello sforzo di tante persone che, dell’impegno artistico letterario ed esistenziale, fanno motivo di ricerca, per la costruzione di un uomo e di un mondo diverso e nuovo, magico come il mondo che la fiaba e la mente del bambino, splendide metafore del futuro, continuano da sempre a proporre.

Recensione
Literary © 1997-2024 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Cookie - Gerenza