Servizi
Contatti

Eventi


Controcanto

Blog degli autori

È suggestiva e suadente questa raccolta di poesie di Angela Ambrosini, edita da Edimond, prefazione di Alessandro Quasimodo. Un florilegio di emozioni, tenerezze e palpiti del cuore. E’ fresca ombra di vita questo sussurrare in versi, questo fermare il tempo nel fluire morbido della poesia, nel ricordare una trepida infanzia quando “crucci improvvisi rigano giochi tranquilli”. Di lontano, “sotto il peso della luna, sta il cipresso, mentre si fa petalo il pensiero…”.

Leggerezza di parole, scivolare lento di sensazioni, morbide visioni avvolgono il lettore in una spirale di grande, persuasiva poesia. L’elaborazione dei componimenti poetici di Angela Ambrosini scaturisce da profonde matrici estetiche e culturali, dalle quali l’autrice ripropone in una forma sostanzialmente originale, con accenti chiaramente simbolistici, il parallelo tra natura e condizione umana, tra condizione umana e concezione esistenziale che può trascendere talora l’ineluttabilità del futuro, malgrado la consapevolezza del proprio destino.

Il tutto in un’estetica solare, per la trasparenza delle immagini attraverso la mediazione del sentimento. Angela Ambrosini, come ho scritto più volte, è poetessa dallo stile inconfondibile, che sa ben esprimere la sua spirituale essenza in liriche armoniose e dense di pathos. L’immagine di copertina di Controcanto è un acquerello della madre di Angela Ambrosini.

Recensione
Literary © 1997-2021 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza