Servizi
Contatti

Eventi


Quel che resta del tempo

“Ho riunito, in questa raccolta, articoli scritti in momenti diversi ma collegati da uno stesso filo conduttore: il fascino del passato che resta tuttavia indelebile nella memoria individuale e collettiva” scrive Daniela Quieti nella Premessa al libro.

L’autrice, abruzzese doc, trascina il lettore nel magico mondo della sua terra, tra ricordi, sapori, odori, feste di paese, con il ritmo lento dello scorrere delle stagioni, velato da una dolce e struggente malinconia, quel tanto che basta per rendere accattivante e seducente la lettura di: “Quel che resta del tempo”. Ci troviamo così immersi tra: “I segreti del cielo di Pietro Cascella”, “La Madonna del Fuoco la fiamma del cuore”, D’Annunzio e ‘A Vucchella’, “Le virtù che non tramontano”, “Album in rosa”, “Il giro d’Italia fra la gente d’Abruzzo” e molti altri racconti ancora.

Da queste rasserenanti e piacevoli pagine emergono echi profondi dell’abruzzesità di Ignazio Silone, con la sua civiltà contadina, l’amore per la terra, la cultura degli antichi costumi e l’umanità degli umili. Un libro sicuramente da leggere e di ampio respiro, ricco di profumi, morbidezze ed echi lontani.

Recensione
Literary © 1997-2018 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza