Servizi
Contatti

Eventi


Fermenti nr. 249

Questo numero da collezione – come già nel passato – contiene una considerevole quantità di materiali letterari che si articolano nelle 590 pagine del volume. L’opera è però realizzata in modo organico. Qualche spunto darà la misura dell’ampiezza e della consistenza di questo periodico. Per la critica letteraria italiana va almeno segnalato l’articolo di Fabiana Cecamore “Lo sperimentalismo e il romanzo dell’integrazione.” Nella sezione musica interessante di Bernardo Pieri Liberi per Catena in cui Schumann (Fantasia op. 17) e Liszt (Sonata in si minore) – opere spesso appaiate nei CD – mostrano un correlazione, ma per Liszt però si deve convenire con Rostand che la Sonata eccede i limiti dello strumento, non solo in senso virtuosistico. Tanti altri lavori andrebbero citati per la loro pregnanza (e testimonianza) di un ricco momento culturale che nella pubblicazione fissa la sua storicità. Molto spazio è stato riservato alla poesia: colpiscono le Stramberie di Mario Rondi, in gran parte in ottave.

Literary © 1997-2021 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Cookie - Gerenza