Servizi
Contatti

Eventi


Bisognerà presto voltare pagina

Come per Eliot, in Burnt Norton, la poesia è "il possibile non realizzato nel tempo ... in cui le parole si sforzano, s'incrinano e talora si spezzano sotto il peso, sotto la tensione; scivolano, non vogliono stare a posto, non vogliono stare ferme ..." così per l'autore la poesia è il mistero di un linguaggio, in cui la parola s'interroga sul destino dell'uomo e sul misterioso richiamo della morte; in questa plaquette il verbo si fa ricerca continua per rendersi speculare al travaglio interiore teso all'arcano linguaggio dell'universo. Forse è nelle cose (nel dorato colore del miele, o in un pomeriggio inondato di sole, o nello spazio infinito di una lacrima) che il poeta riesce a concretizzare una cifra esistenziale in cui "Ci sono rischi | ben più terribili | da affrontare, | come il rischio di morire" e dove "Bisognerà presto voltare pagina | e riscrivere tutto di nuovo, | pena la sconfitta | e la totale dissoluzione".

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza