Servizi
Contatti

Eventi


I luoghi di Sebastiano [Schiavon]

Un libro di grande valenza spirituale, etica, memoriale, che volge lo sguardo, con ritmo arrivante e fluente, a “Un uomo d’altri tempi, Sebastiano Schiavon (1883-922), il leader del mondo contadino che infiammò le campagne venete negli anni precedenti la prima guerra mondiale e fu eletto due volte in Parlamento…

A trarlo dall’oblio, ricostruendone la vita breve e drammatica, fu Massimo Toffanin, legato alla sua memoria anche da ascendenze famigliari. Il suo volume (Sebastiano Schiavon. “Lo strapazzasiori”, Padova, 2005), denso di note, di riferimenti bibliografici e d’archivio, ci ha fatto ritrovare un personaggio vivo, autentico, sanguigno, che fece scelte difficili, drammatiche, meritevoli di essere ripensate… ” (pp. 3).

E di essere riproposte, aggiungerei, perché non si tratta certamente di un passatismo fine a se stesso, ma di una storia che tende a valorizzare comportamenti, decisioni sofferte, convincimenti e soprattutto l'integrità di un uomo che si fa esempio di vita in un periodo storico molto complicato. E quanto materiale pluridisciplinare e interdisciplinare in questa narrazione! Quanti spunti per argomenti da approfondire con una scolaresca.

Di questi testi hanno bisogno i giovani per ri-costruire quel tessuto umano e civile che via via si va sempre più sfaldando. Ed è ottimo, educativo ed esemplare riportare a memoria personaggi che andrebbero nel sacco della dimenticanza per incuria, negligenza, o indifferenza da parte di scrittori che volgono lo sguardo ad argomenti più redditizi.

Se poi la scrittura si fa esempio d’impostazione morfosintattica, potenza iconica, e soluzione linguistica di alto livello; se poi al contenuto si aggiunge il fatto che la narrazione scorre in modo talmente affabulante da invogliarci a sfogliare pagina dopo pagina, come nel nostro caso, non è certo cosa da poco visto che i giovani stanno dimenticando grammatica e composizione in un mondo pilotato da mezzi informatici che tendono a rimpiazzare le energie mentali e riflessive di giovani sempre più pigri.

Recensione
Literary © 1997-2018 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza