Servizi
Contatti

Eventi


Almanacco dello Specchio 2010-2011 Poesia

Mondadori, Milano 2011, pp. 276
a cura di M. Cucchi e A. Riccardi.

Dal nascere al morire
si pu quasi dubitare
se partire sia fermarsi,
o fermarsi sia partire

Calderon de la Barca
Dcimas

All’alba, nella sala d’aspetto
piccola, intrisa di silenzio e di odore di ruggine,
in un diafano sonno
fluttuante fra brandelli d’un orario alla parete,
e un orologio fiacco
per stare dietro al tempo,
il destino,
gli incontri,
le passioni
erano solo formule fatidiche di un sogno,
che poteva interrompersi,
o cominciare l,
come se fosse stato quasi il niente
d’uno scambio fantastico,
la vita,
tra parvenza e partenza.

ETR

Tra i punti opposti della prospettiva di binari e di fili,
nel rumore assordante di ferro,
che aumenta, sfrecciando, e diminuisce,
in strisce di colore sfilacciate
si succedono visi,
espressioni di un attimo sospeso,
ognuna col suo tempo,
la propria direzione, il suo motivo,
coincidenze di sguardi in uno sguardo,
di attese in un’attesa
prese dentro la scia
scia loro stesse: un’illusione unica,
un ignoto soltanto.

Sarebbero cadute le foglie,
come sempre,
dall’altezza illusoria
non sospettavano l’ultimo autunno,
affievoliti i sensi e scordati i motivi
della bella stagione,
e le radici non immaginavano la fine
decretata dai ruvidi bilanci di ossidi e sali:
quando passarono stormi silenziosi
videro la magia
dell’albero rimasto un simulacro,
simbolo inalterato
della vita instancabile,
lei che sa mantenere la bellezza della luce
impigliata fra i rami
e metterla nel buio, per farne fibra.

E ancora trascrizioni,
traduzioni,
e deduzioni
induzioni,
strumenti
che fondano sistemi,
tassonomie sopramondi sottomondi,
prigioni, scappatoie
per auctores, mah … poi, la sera,
le voci chiare
al di l del disastro,
noi approssimati al niente
si pu seguire come l’infinito
un soffio che va dalle labbra
a spiumarsi in un croco !

Steli, foglie, muschio, petali, acqua,
io credo che sia meglio arrendersi
a questo incantamento,
accettarlo cos,
fidarci, se ci riesce, d’essere primitivi,
disarmando il sentimentalismo,
l’additivo da poco,
che umanizza anche questo ges, qui
perfino un po’ romantico,
coi muscoli d’abete,
spasimi e pelle fragranti di resina,
come la croce sua.
E allora ? E’ meglio dubitare, forse,
che adorare,
restare sobri a valutare l’altezza
dove noi stiamo, soli.

Mi piace questo smarrimento,
assieme al quale doppio la realt,
lasciando indietro il suo intreccio infernale,
comico: che si annullino anche
i nomi faticosi,
i termini mediali,
gli sforzi per risolversi,
se si sa – alla fine, vincitori vinti -
lo spigolo freddissimo
da dove, sbirciando,
siamo il numero,
il colore,
rien ne va plus! il croupier.

Nel fondo di un cassetto,
polvere di grafite,
quello che resta di un temperalapis,
e poi istantanee, pellicole, un pezzetto di gesso,
un odore di matite e di spago:
roba da poco,
il futuro che c’era,
la sorpresa dell’attimo,
eccolo, un sedimento opaco
sotto un colpo di spugna,
tutt’uno, i giorni i mesi gli anni i ramoscelli
secchi della lavanda,
sparsi in mezzo alla vita.

La scia di fumo nero e la sirena cupa
intristiscono l’aria
due volte al mese:
quasi cinquantamila tonnellate
incinte di masserizie e storie senza volto,
queste murate alte come palazzi,
avvinte alle banchine,
che sono dita enormi della terra,
puntate verso dove il pensiero ritrova
il racconto dei padri,
e un sogno che sa farlo conosciuto,
senza chiedergli altro, questo cielo incolore,
che non sa dello sciabordare oleoso
la luna fra le lacrime.

Incapaci di reggere il confronto
tra noi e il niente,
dovremmo ammetterlo,
una volta per tutte, di non saperci fare.
Eppure si pretende di cucire con insistenza
l’al di qua e l’al di l.
Ma poi un poco di vapore basta
- una mattina innocua,
mentre ti fai la barba,
s proprio cos -
e, colando i tuoi tratti nello specchio,
svanendo la tua immagine,
ti sovviene che probabilmente c’ pi vuoto che pieno
nella mente, nella pelle, nelle idee,
nei fogli dell’agenda.

Materiale
Literary 1997-2022 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Cookie - Gerenza