Servizi
Contatti

Eventi


Bacheca

Qui Gianni affronta il tema poetico in maniera diversa: interagisce con la società che osserva ammira,e la delinea fondamentalmente nei suoi tratti salienti: la parola di Gianni si esplica attraverso gli oggetti, che raccontano gli avvenimenti passati a volte tristi a volte nostalgici, arricchendo di energia il presente. Trovo questo tuo modo di fare poesia interessante, perché molto aperto all’interpretazione, indico qui alcuni versi che amo particolarmente:

-“Ora siedi calmo”: “…Ogni oggetto rappresenta la tua vita piccola e modesta…”

-“Fogli” “Fogli si muovono nell’aria come farfalle”

-“Ordine”: “ Ho perduto l’esistenza dietro una scrivania….”

-“Balconi”: “ Guardo i balconi che pretendono l’aurora sopra una poltrona”

-“Amo vedere le cose cambiare” : “ Amo un amore che non è venuto…che tra le mani ti lascia…”

-“Consentimi”: “...di uscire o forse restare”

“Fermagli”: Siamo lucidi ma falsi in questo ambiente tutti lo sanno”

Claudia Piccini (Scrittrice e poetessa, autrice di “Se fossi lei” romanzo epistolare, “L’importante è sentir battere il cuore”, “Stavo aspettando te”, “Sei anime in armonia”)

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza