Servizi
Contatti

Eventi


Nota critica a
Frammenti di terra e di magia
di Domenico Dimase

la Scheda del libro

Daniela Quieti

Una voce poetica, quella di Domenico Di Mase, densa di consapevolezze, istanze, sentimenti e territori peculiari di un vissuto tangibile e d’anima. “Frammenti di terra e di magia” incrociano e contrappongono parole, percezioni, allusioni, descrizioni, nonsense e individui da cui scaturiscono l’entusiasmo, l’ironia, l’amarezza, il lucanesimo e le virtù di una terra madre.

‘Versi e non solo’ che interagiscono fra loro nell’intento di custodire e tramandare gli atavici segreti su cui poggiano speranze e ferite: “Sono attimi, momenti …/ in cui si crea un anfratto, un mistero,/ un impulso” fra cuori antichi e venti di burrasca. Provocatoria e classica al contempo, questa raccolta induce a riflettere sulla quotidianità e sui temi esistenziali con una tensione espressiva che si eleva verso una simbolica ricerca di significato dentro “un pensiero all’orizzonte lontano da stridii metallici e ferraglia che s’aggroviglia e scoppietta, clacson” sperando che ‘al di là del monte’ ci sia tanta vita a opporsi a emblematici silenzi. Un’analisi socio-culturale e introspettiva, dunque, articolata in un condizione ambientale, emotiva e umana in cui ogni specificità influisce all’aspirazione d’assoluto in un contesto universale.
Materiale
Literary © 1997-2020 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza