Servizi
Contatti

Eventi


Hanno nomi speciali, Greta, Berni, Artù, Pippo, Emily, Filippo, Briski, Bombata, Pandora, Parigina. E hanno occhi sfuggenti che raramente accettano d’incrociare quelli umani e, quando accade, è un miracolo di pochi istanti. Perché i gatti, domestici o selvatici, sono animali autonomi e, per quanto magari vivano in angusti appartamenti cittadini, non perdono né la dignità né l’istinto di gestire in pace i loro spazi. Forse è per tale motivo che una certa categoria di persone si attacca a questi animali e li ama in modo sviscerato, forse perché ricordano un’ancestrale libertà. O, molto più semplicemente, perché è bello attardarsi a contemplare i movimenti dei felini per la casa, le forme plastiche che i loro corpi assumono durante la giornata negli spostamenti e negli agguati alle tende da una stanza all’altra o la molle staticità nei lunghi momenti di riposo.

La poliedrica artista Luccia Danesin appartiene a una nota famiglia di fotografi per tradizione, è anche poeta e scrittrice e ha appena dato alle stampe Gattiritratti un libro messo insieme con gusto, pieno di affetto per le bestiole e, indirettamente, per gli umani. Vi sono riprodotte le foto dei mici preferiti, propri e delle amiche, non solo di razza ma anche bastardi e randagi, istantanee che fermano espressioni e posture, fisionomie uniche, indagano musi e occhietti tinta giada, blu elettrico, giallo, colori così inusuali da sembrare immagini elaborate al computer. Ma l’artefice che con l’obiettivo ha colto al volo le bestiole assicura di no, sono così davvero, non c’è nessun trucco, nessun ritocco nelle foto. Ogni immagine è accompagnata da una citazione da grandi autori amanti gli animali, Leonardo da Vinci e Baudelaire, Colette, Cavalli e Dickinson. Il libro si apre con un’introduzione entusiasta e sfavillante della giornalista Anna Maria Zanetti e, come finale a sorpresa, un racconto di Luccia sul fortunoso ritrovamento di un persiano dato per disperso conclude un libro che finisce troppo presto.

Recensione
Literary © 1997-2022 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Cookie - Gerenza