Servizi
Contatti

Eventi


L'autore dedica la sua vita alla poesia gratificato dalla poesia stessa. Egli scrive che "Il prodotto poetico così com'é | ahinoi, varcato il terzo millennio | non ha più senso:..." perciò invita il lettore, quasi prendendolo per mano, "Vieni che ti regalo un brandello | di questo cuore lacerato". Con amarezza ripete in un'altra strofa "Non vi è nulla di più inutile | del fare oggi il poeta.". Ma conclude con il richiamo alla poesia vera: "Stupidi, non sanno cosa vuoi dire franarsi sul viso | le goccioline dell'umido notturno in mezzo alla campagna!" Collana di Poesia - I piccoli quaderni di malibrù; con prefazione di Massimo Rossi.

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza