Servizi
Contatti

Eventi


Vince chi resta

Cara Claudia insieme a Gianni Calamassi avete scritto un bellissimo libro, a me è sembrato ancora più bello, mi ha riportato alla mia adolescenza e alla mia gioventù.

Avete parlato della bella città di Firenze che è stata la mia città per tanti anni le strade che sono state menzionate le conosco tutte, in via Romagnosi ho abitato per tanti anni con i miei genitori, ricordo bene come tutti i giorni la mamma mi dava l’olio di fegato di merluzzo, era così orribile l’odore e il sapore che ho odiato il pesce per tutta la vita.

Sono belli e utili tutti i consigli di Valter per quanto riguarda le erbe, e i poteri benefici che hanno.

Quando abitavo in Piazza San Simone nella piazzetta sorgeva una Chiesa un piccolo cinema parrocchiale e un negozio di Erboristeria, ricordo anche “l’erba della paura” (forse Valter la conosce davvero) quante volte ci lavava la mamma, vedessi come diventava l’acqua dopo la paura che avevamo avuto.

Non so se era vero, o era una credenza delle nostre nonne, ma il risultato era che la paura che avevamo avuto era andata via.

Non ti nascondo che ho versato qualche lacrima via via che leggevo, non perché il libro è triste, ma in quelle pagine ho ritrovato me stessa, cioè la Maria Luisa di un tempo ormai passato.

E’ bellissima anche l’ultima parte di questo vostro romanzo, fa capire che senza volerlo Filomena e Valter sono entrati l’uno nell’anima dell’altro, e sono felici di essersi incontrati e conosciuti, tutti i tabù sono caduti e solo la verità è venuta alla luce del sole.

A me, le vostre parole hanno insegnato a restare quando avrei avuto voglia di fuggire dai problemi che avevo, cercherò ricordando molte pagine di questo libro di affrontare le paure anziché evitarle.

Grazie Claudia, grazie Gianni di questo regalo perché mi ha fatto capire che la vita con i suoi nodi, le sue strade tortuose, vale sempre e comunque la pena di essere vissuta. Ho capito che “Vince chi resta” delle sue idee e delle sue opinioni, e vince chi resta sincero con se stesso e con gli altri.

Un caro saluto

Recensione
Literary © 1997-2021 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza