Servizi
Contatti

Eventi


Le donne del Mediterraneo

Le donne del Mediterraneo

Hanno cuore di granitica roccia
le donne del Mediterraneo,
e nascondono nel canto di conchiglia
le ferite dei gabbiani stanchi
che si avvinghiano alle ultime fortezze,
mentre sognano le possenti ali
della giovinezza...
Incedono altere con la superba grazia
delle antiche regine
le donne del Mediterraneo:
dee della pace ed Erinni
nel procacciare il cibo per la prole
nel silenzio inanimato della calura
che acceca e ferisce
le pupille febbrili
e spacca le montagne protese
nell'atroce dubbio
del deserto e delle dune,
ma non intacca i cuori di granitica roccia
delle donne del Mediterraneo,
che narrano ancora
col sorriso dell'enigma
la vita che non si estingue,
perché tessono tele con lacrime e sangue
per avvolgere corpi profanati
dall'odio e dall'incuria.

Canto per Genova

S'incunea nella mente il ricordo
di Genova come per la madre lontana
— intravista dal porto con le case
abbracciate alle rocce della collina,
Genova dei poeti, ora so
perché sei stata tanto amata —
con mani protese m'hai accolto
e pur se vissuta
per un lasso di tempo circoscritto
cercavo già la "casa dei doganieri"
dell'immortale Eugenio e ne avvertivo
l'aspro canto d'amore e di strazio
per le cose non dette ed eternate
nelle statue silenti dei meriggi estivi
dove il "male di vivere" ha preso il volto
di divinità crudele che sovrasta possente
— avevo lasciato la mia terra arsa
che attende le piogge dell'autunno
con l'illusione di un ritorno alla casa d'infanzia
dove i Proci banchettano voraci —
avevo in mente di scrivere satire
ma sono rimasta per uno strappo di dolore
 non s'addice, forse, il sorriso
a chi ama la musa.
Genova m'hai accolta con solerte canto
e dimenticando la mia terra
al di la del mare fui felice
mentre la voce di Bruno Lauzi
riecheggiava struggente
nei vicoli e nelle strane piazze.
Genova porto che accogli chiunque
da te attracca — città di mistero
dove si può vivere o morire
ubriachi di vino o d'amore
per una crudele indifferenza
oscura come una notte senza stelle.

Materiale
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza