Servizi
Contatti

Eventi


Mezzogiorno dell'animo

Il dolore tema dominante

Il dolore è il tema dominante e conduttore dell’opera omnia di questo autore del quale ignoro la biobibliografia ma, da attento lettore, ho potuto assaporare il gusto d’una poesia vera e sentita e ricca di suggestioni.

Quando si scrive così profondamente sulla morte e sulla sofferenza si rischia di coinvolgere emotivamente il fruitore ma, purtroppo, spesso in senso negativo.

Ciò, a mio sommesso avviso, non accade per Pietrangeli il quale ha una tale profondità d’ispirazione che è non comune e, molti dei suoi versi, sono davvero originali.

Tra i tanti mi piace sottolineare: “ Sono un cristo di cartone | svuotato del portafoglio | alleggerito da un demone | incontrato alla stazione | buono per andare a letto … “ dove, con ottima metafora, anche il sesso può diventare poesia. Altri profondi versi si riscontrano in Alla morte: “ Rigenerando vita | che sempre brama | divorando il sogno | resta un vano aperto | per erodere il tempo”.

Dolore e morte ricorrono quindi in tanti versi con buone cadenze e ritmo. Indubbiamente ci fanno riflettere su questa nostra condizione umana vissuta in un’avventura che, prima o poi, avrà il suo epilogo attraverso un libro chiuso consegnato all’eternità.

Ancora mi piace citare i seguenti bellissimi versi: “ Ho messo un’ipoteca sul cuore | l’ho fatto con la tua banca | perché ho capito quanto | mi fosse simile e umana” e vorrei concludere questa breve nota con: “ Il dolore è una malandata pentola | lasciata sul fuoco …” confermando all’autore la mia stima e il mio stupore nella sua scoperta che spero in futuro ancor più di approfondire.
Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza