Servizi
Contatti

Eventi


Affari di cuore

L'amore al tempo di oggi

La poesia di Paolo Ruffilli ha sempre una vocazione "corporale": è la cruda realtà che scandisce la vita. Anche l'ultima raccolta, Affari di cuore (Einaudi, 12 euro) rispetta questa scelta filosofica. Il tema, l'eterno tema dell'amore che ha segnato la lunga storia della poesia, ha in queste pagine una rappresentazione che rifugge da qualsiasi idealizzazione. L'amore invece è combattimento, incontro di corpi, ricerca del contatto. E' l'amarezza della separazione o l'ansia della riconciliazione. Seguendo la traccia di Herman Hesse ("Mi comparivano davanti le figure delle donne che avevo amato") messa in esergo al volume, Ruffilli ci conduce in un viaggio carico di tensione emotiva ed erotica che sembra sempre sul punto di spezzarsi. Perché in fondo "il letto per l'amore | è un campo di battaglia | del mistero" e in questo duello alla fine "qualsiasi arma | è buona | in questo corpo a corpo".

Un corpo a corpo, nel quale ci si combatte, spesso senza risparmio di ferite. Ma alla fine non vince nessuno e il senso di sperdimento è totale. Ed è per questo che la separazione è dolore: "è come se | mi avessero strappato | una parte di me | e senza più una gamba | o un occhio | o un braccio | avanzo nella nebbia". Ruffilli affronta, con un ritmo poetico incessante, le scorie dell'egoismo e le pulsioni crudeli, l'ansia dei corpi e l'esausto silenzio del dopo. In questa guerra, che ha i suoi orrori ma anche le sue tregue, sono i corpi i veri protagonisti. Ma nonostante il male che domina e si insinua nelle pieghe delle storie, l'amore faticosamente riaffiora: "non so | come è accaduto | ma ho cominciato | ad amarti appena | mi hai lasciato". Un libro che segna, nel tema ma anche nello stile poetico frammentato, un passaggio importante per un poeta che da Piccola colazione a Le stanze del cielo non ha mai smesso di indagare sulle complicate connessioni della vicenda umana.

22 aprile 2012

Recensione
Literary © 1997-2021 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Cookie - Gerenza