Servizi
Contatti

Eventi


Santa Maria in Trastevere

in: Da questo mare
Gazebo, Firenze 2014.

Rosario che volteggi sospeso
all'ombra del tuo cerchio, improvviso,
inatteso, nei tuoi semi iniziando a fiorire

Versione nel dialetto
di Longiano (Forlì- Cesena)
di Sante Pedrelli

Santa Maria in Trastevere

E sei vento che ci trasporta,
l’uno per l’altro parola, carezza
nel tormento che non ci fa liberi;
anche Tu per noi pellegrino
di un ineludibile, inesauribile dolore
nella piazza raccogliendo l’attesa.

Perché il legno degli astri è la Croce
la memoria del giorno rivela;
delle ferite lenite la luce che non finisce:
le dita che hanno toccato i portali
nella rifrazione degli ultimi.

Santa Maria a Trastevere

T'ci è vent ch'u s'porta mattót
óun vers a ch'l'èlt, parola, carèzza
'te' turmòint ch'u n'ven fura lébar nissòun;
èinca tè piligròin par noùn d'un dolòur
che t'a n'pù scavidé, l'è par sèmpra
t'la piazza du' ch'u s'acoi l'incóuntar.

Parchè e' legn dal steli l'è la Cròuse,
ul deìs fa mimória dla zurnèda;
la lóusa dal feréidi guaréidi ch'la n'à fòin:
al déidi ch'a gli a toch pórti grandi
int e' passagg di ultun.

Materiale
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza