Servizi
Contatti

Eventi


Gi il titolo di questa recente opera di Leda Palma – Ingiurie e silenzi – esprime il leitmotiv cui la poetessa si ispira: una vibrante empatia per il mondo mediorientale osservato con l’occhio poetico di una viaggiatrice.

una poesia che non lascia spazio a vuoti e retorici sentimentalismi e si nutre invece di profonde riflessioni sul destino dell’essere umano che si sta avviando verso il terzo millennio – una poesia originale anche dal punto di vista linguistico dove pi che l’andamento referenziale prevale l’uso continuo della paratassi allusiva – dove il verso gioca poco sull’io ed invece sempre attento all’altro, al fuori di s coniugando egregiamente valori estetici e valori civili attraverso l’esplorazione reale di alcuni paesi arabi: Siria, Palestina, Yemen, il deserto, trasformando cos il viaggio in un approfondimento delle problematiche umane e sociali ai fini del processo di incivilimento, della crescita civile, per il superamento dei contrasti e l’affermazione di un equilibrio globale tra gli uomini e i popoli.

Recensione
Literary 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza