Servizi
Contatti

Eventi


L'immortalità della poesia

Oltre l'infinito il nuovo volume di di Michele Martinelli che sarà presentato questa sera, alle ore 18, a Matera nell'Aula Magna dell'istituto tecnico commerciale Loperfido". Ad introdurre l'incontro Antonio Pellecchia, presidente Unitep, a presentarlo il prof. Giovanni Caserta storico e critico letterario. Ci sarà il saluto del sindaco della città dei Sassi, Michele Porcari, il presidente della Provincia, Carmine Nigro, l'assessore della Provincia Cosimo Pompeo, il presidente del Consiglio regionale di Basilicata Maria Altezza. Interventi di Anna Santoliquido e dell'autore. Voci recitanti Lello Chiacchío e Stefania Dubla e intervento violinistico del maestro Gregorio Giamba.

L'Unitep (Università della terza età e della educazione permanente) di Matera, che svolge la sua attività socio-culturale formando gli adulti, come annunciato all'inizio dell'anno accademico, pubblica il libro di poesie dell'artista Michele Martinelli. Un omaggio al Martinelli docente dell'Unitep non è, comunque, nuovo al mondo dell'editoria poetica. Il presidente dell'Università così scrive nella presentazione del libro, quest'ultimo stampato dalla tipografica Controstampa: Michele Martinelli appartiene alla storia dell'Unitep essendo uno dei primi docenti, è dunque un onore da parte nostra occuparci della pubblicazione delle sue opere. Nel volume Oltre l'infinito – continua Pellecchia – traspare un'ansia che non si esiterebbe a definire religiosa a costituire il movente e la ragione della sua dedizione all'arte, cui si accompagna l'insegnamento, che, offerto all'interno dell'Unitep, in forma del tutto volontaria, tanto successo ed entusiasmo raccoglie fra gli allievi (...) L'Unitep rende omaggio all'artista. Un omaggio che difficilmente si sarebbe potuto realizzare, ove non ci fossero stati la comprensione, la sensibilità e l'aiuto concreto della Fondazione Cassa di Risparmio e di Lucania (Caricai)". Anna Santoliquido, presidente del Movimento Internazionale "Donne e Poesia" nella prefazione, della poetica di Martinelli, scrive: "Il suo canto vibra di malinconia, ma ha anche sfumature cromatiche. Da abile pittore colora i componimenti facendone il libro della vita. Il trasporto per la terra di adozione (la Basilicata e quindi Matera, ndr), gli fa cogliere la solennità del silenzio e le amenità del paesaggio. Il ricordo di Carlo Levi riconduce alle sofferenze di una regione tra le più suggestive del Paese"(...). Al poeta Martinelli chiediamo come giunge a questo ultimo lavoro: "Stimolato dall'Università della terza età e dal presidente Pellecchia che con i vent'anni di volontariato esplicitato presso l'Università della terza età ha pensato di volermi fare un omaggio pubblicando questa raccolta poetica. Non è esaustiva ma uno stralcio della mia produzione, della mia attività". La poetica di Martinelli è varia e ricca di argomentazioni: Quella di quest'ultimo lavoro? "Comprende stati d'animo riferiti al mondo che mi circonda – continua Martinelli – un'annotazione che spesso faccio, giornalmente osservando e leggendo la natura, gli avvenimenti sociali, politici. Sono poesie del quotidiano vivere. Sono poesie. Oltre l'infinito cielo è un voler sapere che cosa sarà la mortalità dell'anima una volta attraversato il cielo, per giungere al cospetto di Dio, dei Santi, dei beati. Questo data la mia vita laicale vissuta e che vivo nel contesto della chiesa".

Recensione
Literary © 1997-2021 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza