Servizi
Contatti

Eventi


Ogni due anni un libro: nel 1998 Galaverna, nel 2000 Campane par do e nel 2002 'A me tera - 'A me zente. E' quest'ultima la seconda silloge in vernacolo trevigiano dal titolo significativo nella quale Emilio Gallina ripercorre i momenti pi salienti della sua vita trascorsa in citt e in campagna (a seguito dei bombardamenti del 1944) coltivando nel cuore (ora tradotti in versi) gli spaccati e le emozioni del quotidiano. La pubblicazione suddivisa in tre parti: "Loghi de Marca, Aquari de stajn e Ritrati e sose".

Nelle sue liriche si riflettono sensazioni, sentimenti, tradizioni, usi e costumi di un mondo lontano ma bello e struggente. da rivivere, da strappare dal cassetto dei ricordi e lasciarlo in eredit ai giovani d'oggi. I versi scorrono come l'acqua trasparente di un ruscello e sembrano accompagnati dal melodioso suono di un violino. Non ne stralciamo alcuno per non togliere al lettore la sorpresa ed il piacere della lettura.

Recensione
Literary 1997-2020 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza