Servizi
Contatti

Eventi


Ugo Foscolo a Villa Franchetti

Nella scorsa settimana si è tenuta presso Villa Albrizzi-Franchetti una interessante tavola rotonda nel corso della serata di presentazione dell'ultima pubblicazione di Antonio Chiades. Il libro reca il titolo Addio, bello e sublime ingegno, addio, ed e stato edito, per i "tipi" di Zoppelli, da Vanni Scheiwiller, uno degli editori più prestigiosi in campo nazionale. La pubblicazione è stata promossa dalla Provincia di Treviso, nell'ambito della neonata collana "Scritture trevigiane" tenuta in colaborazione sempre con Scheiwiller.

Ed è stato proprio il Presidente della Provincia di Treviso, Lino Innocenti, ad aprire il dibattito ricordando lo sforzo in tal modo intrapreso dall'Ente provinciale che si propone quindi di valorizzare la nostra cultura in campo nazionale. E poiché il libro segue il rapporto di Ugo Foscolo con la celebre Isabella Teotochi Albrizzi, più che mai adatta era la sede del convegno, cioè proprio quella Villa Albrizzi-Franchetti nella quale i due trascorsero insieme giorni felici. Quella Villa Franchetti che proprio la Provincia di Treviso sta interamente ristrutturando, come ha sottolineato Innocenti, per riportarla al rango che le compete e per farne degna sede di prestigio per la Provincia.

Passando agli interlocutori chiamati a presentare il libro (e del libro si parla diffusamente più sotto), Scheiwiller, sicuramente l'editore che presenta le vesti più eleganti per i libri che stampa in un celebre piccolo formato caro ai poeti e scrittori, ha ricordato l'opera di cooperazione tra casa editrice ed ente pubblico. Gianfranco Folena, docente all'università di Padova e alla Sorbona, ha ricordato come quella villa patrizia fosse culla della cultura veneta dell'epoca, avendo anche assistito a quegli incontri tra Foscolo e Pindemonte che diedero vita ai Sepolcri. Infine Andrea Zanzotto, in un veneto molto aprezzato, ha parlato del Foscolo creatore di un culto delle memorie e delle Patrie. Ha condotto la tavola rotonda Nico Naldini. La serata si è conclusa con delle suggestive letture dal carteggio Foscolo-Albrizzi, letture magistralmente eseguite da Osvaldo Ruggeri e Maria Grazia Grassini che erano nell'occasione coadiuvati da un accompagnamento di chitarra e flauto

Recensione
Literary © 1997-2018 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza