Servizi
Contatti

Eventi


Nato a Mistretta, paese dei Nebrodi, dove vive, Filippo Giordano è un poeta e narratore con grandi capacità espressive. La sua poesia incide sulla dicotomia pascaliana tra la piccolezza dell’uomo e l’infinità dell’universo. La memoria del passato (Eraclito, Omero, Colombo, Copernico) crea una certa esaltazione che non esclude una certa aspettativa dell’oltretomba. La fusione artistica dei valori tradizionali conduce alla condanna della guerra e al desiderio di pace e felicità nello spirito di fratellanza e di tolleranza.

Il componimento la foto rende l’immagine cosmica di una madre vera e propria che si potrebbe identificare con la Madre Terra (Alma Tellus). La madre si sacrifica per i figli e diventa l’emblema di quella terra utopica che il poeta sogna nel dolore atavico dell’umanità intera.

Recensione
Literary © 1997-2020 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza