Servizi
Contatti

Eventi


La poesia e l'arte di Martinelli

Dall'Università della terza età e dell'educazione permanente di Matera un omaggio ad uno dei suoi docenti "storici": la pubblicazione di Oltre l'infinito cielo che raccoglie liriche e opere dell'artista e poeta materano d'adozione Michele Martinelli.

Oltre l'infinito cielo sarà presentato domani alle 18 nell'aula magna dell'istituto Loperfido di Matera. La presentazione del volume sarà introdotta dal presidente dell'Unitep Antonio Pellecchia. Sono previsti gli interventi dello storico e critico letterario Giovanni Caserta, del sindaco di Matera Michele Porcari, del presidente della Provincia Carmine Nigro, dell'assessore provinciale Cosimo Pompeo e del presidente del Consiglio regionale Maria Antezza. Saranno presenti anche la poetessa Anna Santoliquido e l'autore.

«Dopo una targa che mi è stata consegnata per il ventennale del mio impegno per l'Unitep, il sodalizio ha pensato di farmi dono di questo volume – spiega Martinelli – Certo, la raccolta non è esauriente. Ho preferito alcune delle poesie del 1984 con un'attenzione alla storia, con Lucania dove c'erano i miei primi incontri con la Basilicata (Martinelli è di origine pugliese, ndr). Ho iniziato la mia carriera nella scuola media di Aliano. E li ho sentito parlare di Carlo Levi.

Successivamente sono passato ad una poesia più aperta alle istanze sociali diventando testimone di problematiche internazionali più specifiche, quali la morte di Aldo Moro, il terrorismo, l'11 settembre. Ho scritto anche alcuni versi sull'Afghanistan. Non mancano – prosegue Martinelli – momenti di colloquio interiore con Dio anche se mi reputo un laico. Vivo la religione come possibile soluzione di una vita privata»".

La produzione poetica di Martinetti si presenta molto più vasta e, tra qualche mese, potrebbe essere racchiusa in un catalogo.

«Michele Martinelli – sottolinea il presidente dell'Uniteo Antonio Pellecchia – appartiene alla storia dell'Unitep di Matera, essendo stato uno dei primi docenti. Ma Martinelli è anche un noto e apprezzato artista, molto versatile, essendo, oltre che pittore, anche poeta. L'Unitep di Matera, perciò, volentieri ha promosso la pubblicazione di questa silloge poetica, che porta il titolo significativi di Oltre l'infinito cielo, con cui si traduce efficacemente la sua ansia di sublimi orizzonti". Dato il carattere tutto soggettivo di tale arte, essa si nutre soprattutto di silenzi; ma non al punto di astrarsi dal mondo contemporaneo e dalle sue problematiche. Il silenzio, anzi, serve per meglio raccogliersi, meditare e lanciare i dovuti messaggi di solidarietà e unità fra gli uomini. E viene l'insegnamento. Il mondo della Lucania, fatto di silenzi, ma anche di sofferenze, si definisce, così stando le cose, come la condizione ideale per il nascere di siffatta arte. Anche grazie a questa "lucanità", l'Unitep ha voluto rendere omaggio a Martinelli. Ed è un omaggio che difficilmente si sarebbe potuto realizzare, se non ci fossero stati la comprensione, la sensibilità e l'aiuto concreto della Fondazione Cassa di risparmio di Calabria e Lucania».

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza