Servizi
Contatti

Eventi


Ecco un poeta che, fatte le debite proporzioni in omaggio allo scorrere dei secoli, sembra uscire da una raccolta antologica di poesia sei-settecentesca.

La cosa potrà parere strana, ma il verseggiare franto e rapido di Vinante paga un tributo tutt' altro che di poco prezzo a una tradizione letteraria che non può essere scomparsa del tutto solo per gli assalti arrembanti di due secoli di storia della letteratura. E riscoprirlo non è affatto spiacevole: il suo procedere per "densità" di concetti, per coppie di idee-parole, divise nel campo lessicale da un paio di fonemi e in quello semantico da una sfumatura di intenzioni abilmente assemblate ( impegno-ingegno; voluto-dovuto; bende e balsamo ) rivelano in pieno l'impegno da esploratore che V. mette nel tracciare la sua mappa delle parole poetiche.

Potrà sembrare gioco intellettualistico, ma non bisogna dimenticare che la poesia per millenni, prima di diventare un corso d'acqua senza argini che trascina a valle carogne di montoni e fiori di loto, è stata soprattutto divina ingegneria, basata su rigide regole che non solo permettevano ma anzi richiedevano espressamente i giochi intellettualistici, al di là della visione fuorviante imposta dai romantici, per i quali la poesia era sopra ogni cosa l'espressione più remota e meno controllata del genio apollineo imboccato di miele da un dio ebbro, senza nessun'altra considerazione per il duro lavoro di chi deve costruire muri di parole e costruirli in modo che non cadano ad ogni voltar di pagina.

Vinante invece riesce a dare l'idea di una affidata solidità: anche gli interrogativi in lui cessano di essere sfuocate paure intorno al focolare spento dell'intelligenza e diventane dubbio, figlio del metodo, ricerca, meditazioni assorte.

Brevi folgorazioni "sequenze in forma di haiku", una essenza ristretta ormai non più o non tanto di poesia, quanto del pensiero attivo, sic et simpliciter.

Recensione
Literary © 1997-2022 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Cookie - Gerenza