Servizi
Contatti

Eventi


Vite che si incrociano, che si amano e che poi si lasciano. Strade che si cercano, strade di cui a volte si ha paura… Il buon libro di Enrico Pietrangeli ci racconta proprio questo. La storia è ambientata negli anni 70. Il protagonista, Lorenzo, è un ragazzo con i genitori separati, molte idee e in testa un sogno che però non riesce a focalizzare. Si confronta con i suoi amici, vive le più svariate esperienze (il libro tocca, con i giusti toni, i temi della droga, dell’amicizia, dell’amore e dell’omosessualità) che fanno crescere Lorenzo e lo fanno diventare più consapevole (Enrico, infatti, ci racconta degli anni 70 e del periodo in cui si credeva che un vero cambiamento fosse possibile, ma era solo un sogno cullato senza convinzione o voglia vera?). Nel finale c’è un salto temporale di vent’anni.

Il protagonista è sparito, non si hanno più notizie di lui. E’ andato via da Roma per cercare fortuna altrove, senza però trovarla. Lorenzo decide di tornare nella sua città. Si ritrova a fare due chiacchiere con un vecchio amico, compagno di tante avventure, e con Enrico (che altri non è che l’autore fatto personaggio del libro). I tre si confrontano, si raccontano le proprie storie. Curiosa è la vita, un enorme errare ha portato Lorenzo al punto di partenza, a una chiacchierata con gli amici, a scoprire che forse ai sogni non bisogna mai chiedere se si avvereranno o no, bisogna solo viverli. In conclusione un ottimo libro che, tra l’altro, dà enorme importanza alla musica, citata dall’autore innumerevoli volte, ancora di salvezza nei momenti difficili del protagonista.

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza