Servizi
Contatti

Eventi


Uno sfogo interiore, una denuncia civile, un atto d'amore, che Francesca Luzzio ha voluto sintetizzare in un unico libro: "Ripercussioni esistenziali".

Francesca Luzzio è nata a Montemaggiore Belsito (Palermo) e risiede a Palermo, dove insegna lettere presso il liceo scientifico "S. Cannizzaro". Nella nostra esperienza nel campo del giornalismo culturale ci è dato ravvisare un fatto, che a breve non passera inosservato nemmeno tra le pagine dei grandi quotidiani che traspongono in parole il "gotha" della cultura contemporanea, che ci pare di disarmante rilevanza: l'imperscrutabilità e il mistero dell'animo umano, appannaggio per antonomasia del filosofo, intendendo con quest'epiteto l'uomo nel senso sessuale del termine, è oggi studiato, sceverato, analizzato sempre più dalle donne. E non a caso infatti, Alfio Inferrera, che ha firmato la prefazione della silloge poetica di Francesca Luzzio dal titolo Ripercussioni esistenziali, ci dice di introdurre la sua articolata dissertazione: "Un titolo emblematico, un esergo heideggeriano per volersi confrontare con questo dasein cha va dalla nascita alla morte, cioè da un arcano ad un altro arcano".

Francesca Luzzio, pluripremiata poetessa siciliana, racconta la sua vita in un silloge composta di cinque momenti poetici titolati, (Ripercussioni esistenziali, Arancia solare, Dediche, Cassero, L'immutabile società), e nel raccontarcela ci svela l'esistenza umana, e nelle sue grandezze, e nelle sue miserie, approdando in questo senso anche alla denuncia sociale. Anzi, di proposito la raccolta si apre sulle ripercussioni esistenziali, ossia sul "particolare", e si chiude sull'immutabile società, ossia sull' "universale".

Recensione
Literary © 1997-2024 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Cookie - Gerenza