Servizi
Contatti

Eventi


Ci che colpisce sin da una prima lettura delle liriche che Guido Martini ha raccolte nella sua silloge Il vento tra le foglie la ricchezza delle immagini che in esse si trova. Martini infatti sembra ragionare per immagini, nelle quali racchiude con immediatezza i suoi pensieri e le sue emozioni. Si leggano, ad esempio, i seguenti passi: "Disegno parole | e le dipingo | dei riflessi incantati | dei tuoi occhi" (I nostri baci); "Nutriva la magnolia | del chiostro | un sole velato" (La piazza); "Sotto un ombrello | di vento | fantasmi di abbracci | nella pioggia" (Camicia di seta); "Note che scendono | come neve | nel silenzio solitario | di notti | dalle cento fiammelle" (Il sogno addormentato); "Ho chiuso la porta | come notte di nuvole | ma resta un pezzo | di me dietro | le imposte socchiuse" (Cicale); "Taglio i giorni | sul calendario | e scrivo la vita" (Un'ultima estate). E ancora, pi occasionalmente: "E questa nebbia | ti nevica dentro" (La battaglia); "Quelle erbe | di antico veleno" (Roccia d mare); "... arpeggiavi | un saluto" (Onda di scia); ecc.

Ci siamo a lungo soffermati nell'analisi dei testi di Guido Martini perch ci sembrava che ne scaturisse la caratteristica primaria di questo poeta. Ma necessario aggiungere qualcosa intorno alla sua tematica che va dall'umana simpatia per chi soffre: "Fuma ancora | quel mare | dietro | mondine al sole, | che come filare | ombreggiano | gli acquitrini | di riflessi desideri" (Mondine) all'attrazione per la natura, colta nei suoi momenti pi suggestivi: "Nutriva la magnolia | del chiostro | un sole velato" (La piazza); dall'ansiosa percezione del fuggire del tempo: "Ho venduto | i miei Natali che | senza battito d'ali | se ne sono andati" (La strada di casa) all'amore, quale fondamentale esperienza di vita, espresso con finezza d'intuizioni liriche: "Ormai ho paura | della notte sola. | Alla luce | di nuova luna | gagnolo accucciato | vicino al tuo | ricordo" (Senza te); "mi rannicchio | nel mio cantuccio | chiudo gli occhi | e ti trovo | ancora una volta" (Ancora una volta).

Percezione fantastica del reale e delicatezza di notazioni intimistiche costituiscono dunque i pregi maggiori di un libro nel quale l'autore totalmente si confessa.

Recensione
Literary 1997-2020 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza