Servizi
Contatti

Eventi


Questo bel libro di Enrico Pietrangeli è un viaggio nel tempo. Il biglietto di andata, di seconda classe, è per l’epoca turbolenta degli anni Settanta.

Quello di ritorno è per l’anno 2000, sempre in seconda classe, ma con significative differenze: qualche comodità e qualche divieto in più. L’immagine di quel passato che emerge dal racconto di Pietrangeli è quella di un periodo caratterizzato dal culto del viaggio e della musica, dal desiderio di emancipazione perseguito anche attraverso la provocazione e la trasgressione, ma anche da impegno, partecipazione e responsabilità. Questo romanzo ci parla “di una generazione e di una cultura… che si caratterizza per una intelligenza del sentire aperta alla considerazione del bene comune, nonostante i pochi soldi, le violenze sociali e tutte le insicurezze personali e collettive inevitabilmente subite”. Lo sguardo del ventenne di allora oscilla attraverso l’evoluzione del protagonista verso l’oggi che di quel passato continua fortemente a risentire.

M.C.

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza