Servizi
Contatti

Eventi


La scelta del titolo è, quasi sempre, il tocco finale dell’artista, il richiamo che deve indurre il potenziale lettore ad esaminare l’opera e, come nel caso del testo in oggetto, ad immergersi nella lettura lasciandoci trasportare nel mondo di Elisa Sala nel quale, il notturno sottofondo musicale è fattore irrinunciabile.

Nata poetessa, scrittrice e pittrice, ella compone quadretti di rara umanità, ambientandoli nei luoghi del vissuto a lei cari e, via via lei stessa protagonista o voce narrante, invita il lettore a seguirla ed a condividere momenti emozionali suscitati da situazioni reali o soltanto frutto della sua fervida fantasia; riemergono quindi dal passato la nobile arguzia del patrizio Alvise e il giardino di Nina per confondersi con dediche e garbati momenti introspettivi.

I componimenti poetici puntualizzano lo spirito romantico della piccola antologia, vera e propria suite letteraria ove, si rincorrono le emozioni dell’autrice.

Recensione
Literary © 1997-2024 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Cookie - Gerenza