Servizi
Contatti

Eventi


A Sara

Non so se voi crediate alla magia… Io sì. Ma in questo libro non è un mago che compie l’incantesimo e neppure una fata turchina con la sua bacchetta magica; non si tratta nemmeno di pronunciare in modo solenne la formula “abracadabra”.

Qui, in questo gioiellino di libro, c’è semplicemente una bimba di nome Sara che fa compiere un miracolo di poesia al nonno Bruno Castelletti, autore della sua ultima raccolta di poesie, appunto dal titolo “A Sara”. Il poeta, conquistato dalla bellezza e dall’affetto della nipotina, si fa piccolo, piccolo, diventa bambino come lei, ma si fa grande nel suo lirismo poetico. Per lei scova quanto di più bello esiste al mondo; gli basta “un piccolo frammento dell’aurora” per un caldo abbraccio, oppure afferra lievemente “ali di farfalle” per un volo ardito di rondinella che sfreccia festosa nel “vento, tra stelle e luna come un aquilone”.

Sono poesie piccine, ma dal cuore grande, che commuovono fino alle lacrime, tanto sono tenere e delicate. “Dieci piccole poesie per Sara che compie cinque anni”.

Poesie di nonni ne ho lette tante, ma queste hanno il potere di trasformare una bimba in una “Piccola principessa… con l’alba che ritorna dopo la buia notte”… ed è “sole che riscalda nel fondo delle vene.”

E poi c’è un pettirosso che… Ma questo è un invito per i lettori a gustare queste liriche, finemente illustrate dal pittore Giorgio Sembenini, perché alla fine scopriranno la gioia di sapere che Sara da principessa “nel volo di ogni mattina diventerà regina.”
Recensione
Literary © 1997-2020 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza