Servizi
Contatti

Eventi


Bianco Natale 1997

(ricordando Giorgio,
nel Natale di 15 anni fa)

Bianco il monte Baldo gi innevato
bianco il letto su cui sei inchiodato
bianco il volto di liberi gabbiani
sospesi nel vuoto come il mio domani.

Bianca la croce di San Zeno in Monte
che di notte illumina la tua fronte,
bianca la Madonna l sopra al colle
nel Santuario, cinta di corolle.

Bianche le pecore del nostro presepe,
la grotta, le case, le strade, l’abete,
bianco il crinale della collina,
bianca la stella che s’avvicina.

Bianche le mani del tuo dolore
bianco il tuo viso per il pallore,
bianco il soffitto della tua stanza,
bianco il lumino della speranza.

Natale 2012

Quando arriva il Natale
vorrei tornar bambina…
Udire le campane
suonare a Messa Prima.
Vedere al davanzale
scendere gi la neve,
candida, immacolata
danza di piume ardite.

La Santa Notte imbianca,
in chiesa mille luci
frammiste a canti e preci;
l’armonio che diffonde
note di nenie dolci
dissolve opache croci.

Oh, notte d’Angeli piena,
mia sillaba di cielo,
riportami il respiro
del tuo Ges Bambino.

Materiale
Literary 1997-2020 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza