Servizi
Contatti

Eventi


La poesia delle stagioni

La grande lirica resterà sempre
una delle vette dell’anima umana
Eugenio Montale

Benito Calonego

Salutiamo con gioia questa Antologia poetica di ottima fattura e notevole spessore, che il prof. Benito Calonego, con l’animo eccelso del poeta, ha creato per i suoi amici lettori.

Il titolo stesso La poesia delle stagioni, si annuncia da sé, ma è la nutrita consistenza di liriche presenti nel libro a stupirci, ad estasiarci: ben71 poesie dedicate alla Primavera, 71 all’Estate, 54 all’Autunno e 71 all’Inverno; ben 245 poesie scelte tra una panoramica di poeti, famosi e non, di tutto il mondo.

Una collana meravigliosa di versi, come chiosa l’autore, con “tante perle poetiche che hanno in comune l’afflato per la natura. Nella maggior parte dei testi la stagione è la protagonista, nei rimanenti è invece solo lo sfondo temporale.” C’è infatti una quinta sezione dove sono ospitate 14 poesie che non hanno riferimento ad una stagione in particolare, ma sono così piacevoli da meritare di essere conosciute dai lettori e amanti della poesia.

A proposito di poesia, è sempre il prof. Calonego a proporci: IL POETA

Il poeta ha le sue giornate / contate, / come tutti gli uomini; ma quanto / quanto variate! / L’ore del giorno e le quattro stagioni, / un po’ meno di sole o più di vento, / sono lo svago e l’accompagnamento /…

Con un rosso di sera fa ritorno, / e con le nubi cangia di colore / la sua felicità, / se non cangia il suo cuore. / Il poeta ha le sue giornate / contate, / come tutti gli uomini; ma quanto / quanto beate! // (Umberto Saba).

Vi assicuro che dopo la lettura di questo libro ci siamo veramente nutriti di poesia e siamo diventati tutti un po’ poeti nell’animo… almeno.

Prof. Benito Calonego

Recensione
Literary © 1997-2020 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza